NoPlanetBHub – Prototipo di Piattaforma Digitale

Commando Jugendstil è orgoglioso di partecipare al bando “B Circular, Fight Climate Change! 2 #NoPlanetB” insieme alla Cooperativa Sociale A.ME.LIN.C ONLUS e ai loro partner.

Attraverso un percorso di incontri (in)formativi, focus group e laboratori, il progetto si propone, in collaborazione con scuole locali, associazioni, Centri di Aggregazione, Enti  di aiutare i cittadini di alcuni quartieri  di Milano a ridisegnare la loro comunità ed il loro quartiere per migliorare qualità di vita, coesione ed inclusione sociale e per affrontare le sfide del cambiamento climatico, ricollegando conflitti nella gestione della cosa comune e problemi del territorio a processi più ampi. Focus group e laboratori permetteranno ai cittadini di essere parte attiva in un processo di design partecipativo e democratico del territorio locale. Durante questo percorso, i cittadini saranno spronati non solo a trovare soluzioni pratiche implementabili a breve-medio termine per rendere il quartiere più sostenibile e vivibile, valorizzando i saperi tradizionali di vecchi e nuovi cittadini , ma anche a utilizzare strumenti narrativi e artistici per illustrare la loro visione del quartiere trasformato, identificando progetti a lungo termine da sviluppare. Gli output principali del progetto saranno piani di trasformazione sostenibile 2020-2030 ed unapiattaforma digitale geolocalizzata che raccolga informazioni utili per il presente e visioni locali per il futuro, aumentando la consapevolezza da parte di vecchi e nuovi cittadini di soluzioni locali per la sostenibilità.

Fasi, output ed obiettivi del progetto

La piattaforma dovrebbe sovolgere le seguenti funzioni:

  • raccogliere le visioni sostenibili di ciascun gruppo target partecipante al progetto e situarle sulla mappa di Milano
  • mostrare la sul territorio presenza di progetti comunitari per la sostenibilità in corso, pianificati o conclusi
  • identificare risorse locali per la sostenibilità quali club del riparo, punti di raccolta rifiuti, negozi leggeri, G.A.S, etc.
  • rendere accessibili e consultabili i piani locali per la transizione sostenibile
  • permettere agli utenti di interagire con i contenuti esistenti, discuterli e proporre migliorie
  • permettere agli utenti di caricare contenuti aggiuntivi sulla piattaforma, in modo da mettere sulla mappa le proprie visioni di sostenibilità locale

Per dimostrare almeno in parte le potenzialità della piattaforma abbiamo messo in piedi un prototipo con funzionalità limitate utilizzando strumenti gratuiti offerti da WordPress e dalla piattaforma di mapping MapHub.

Accedendo alla mappa “Cartoline da un Mondo Possibile” su MapHub è possibile consultare un elenco geolocalizzato di visioni sostenibili realizzate da noi del Commando nel corso degli anni, corredate da una breve descrizione. Cliccando il link nella descrizione si può accedere ad una descrizione più lunga di ciascuna opera, comprensiva di commento e making of.

Il prototipo serve a dare un’idea generale del funzionamento base della piattaforma digitale, mentre la sua versione definitiva si avvarrà di funzioni più dettagliate e complesse, come indicato nell’infografica che segue. Ad esempio sarà possibile utilizzare la versione mobile della piattaforma per sfruttare la geolocalizzazione del dispositivo ed avere subito accesso ai contenuti legati ad un’area geografica specifica. Gli utenti potranno rendersi conto della presenza di visioni del futuro sostenibile del quartiere grazie a dei marcatori (poster o elementi simbolici) posizionati in luoghi strategici.

Le funzionalità di base della piattaforma digitale

Per costruire una piattaforma digitale che ci permetta di utilizzare queste funzionalità stiamo studiando diverse tecnologie, contemplando soluzioni di più facile realizzazione, ma che pongono diversi limiti, fino a quelle più articolate, ma che richiedono più competenze. Ad esempio la piattaforma digitale potrebbe essere realizzata con una versione più avanzata di WordPress, utilizzando plug-in che permettono di includere una mappa interattiva e l’ottimizzazione per la versione mobile. In alternativa un’opzione sicuramente interessante è la piattaforma Omeka (www.omeka.net) che mette a disposizione strumenti di editing avanzati per la diffusione e condivisione di media basati su tecnologia open-source. Un’altra opzione, più complessa, potrebbe essere costruire la piattaforma digitale usando il motore grafico Unity e avvalendosi di plug-in per gestire la geolocalizzazione.